La civiltà perfezionata

Volumi formato 14 x 20 a margini intonsi stampati su carta vergata delle Cartiere Miliani di Fabriano. Copertina in cartoncino. Sovracoperta in carta Ingres Cover illustrata con incisione originale. Protezione in carta pergamyn. Di ogni titolo viene stampata una edizione speciale in tiratura di cento copie, ognuna delle quali contiene un esemplare, numerato e firmato, dell’incisione riprodotta in copertina.

È la prima collana della casa editrice Sellerio. Si ispirava ai, fiorenti in quegli anni, prodotti editoriali amatoriali, libri come opera di belle arti prima che di letteratura.
E di questi nella veste grafica seguiva le orme, con i margini intonsi, la preziosa carta pergamyn che impacchettava i volumi: di ogni titolo veniva stampata una edizione speciale in tiratura limitatissima, con un esemplare firmato e numerato, per ogni volume, dell’incisione d’autore della copertina (e gli autori erano pittori di sommo livello: Greco, Guttuso, Zancanaro, Caruso, Clerici...). Ma c’era una differenza: «La civiltà perfezionata» in più annoverava titoli di valore letterario intrinseco, e di interesse per il lettore comune, sempre andati esauriti. Conferma ne è la tiratura di uno di essi, L’affaire Moro di Leonardo Sciascia: raggiunse la cifra, incredibile per il genere, di 100 mila copie.