Filtra per lettera
Malanno precedente
Malanno successivo
Stress da pendolarismo
Fabio Lullia
10 Gennaio 2014
rimedio:
Giovanni Pedrani, C'è un cadavere sul treno
Treni sempre in ritardo. Sempre affollati. Caldi d'estate, freddi d'inverno. O, peggio, gelidi d'estate, tropicali d'inverno. Odori stagnanti e pulizie approssimative. Sudori, umori, aliti insopportabili. La dura vita del pendolare. Minuti, ore, giorni, anni trascorsi sui treni. Non può andare peggio di così. O no? Potresti trovare un cadavere sul treno. E questo potrebbe essere l'inizio di una serie di eventi non del tutto piacevoli. O magari sì. In fondo al tunnel, della vita...non della ferrovia, potrebbe esserci una luce. Leggere questo libro, magari in un treno di pendolari. E scoprire che la situazione del pendolare può essere peggiore di quella che credi e di cui ti lamenti.
Accedi per commentare