Filtra per lettera
Malanno precedente
Malanno successivo
Ristagno esistenziale
Lugli Ludovica
11 Gennaio 2014
rimedio:
Murakami Haruki, Kafka sulla spiaggia
Sono quasi le undici e sai che dovresti alzarti — c'è il mondo delle persone vive e delle cose da fare oltre le lenzuola — eppure non vuoi a tal punto da non poterlo fare. Perché dovresti abbandonare il luogo da cui puoi accedere al solo posto dove la vita è nuova, il sogno? Sei affetta/o da ristagno esistenziale, dovuto a una depressione, o allo shock di un mutamento nella tua esistenza. Non vorresti stare male come stai, essere ferma/o dove stai, però non sapresti come uscirne. Se però incontrassi qualcuno che capisce la lingua dei gatti, e qualcuno che a un certo punto trova una strana ma bella biblioteca, e che poi deve nascondersi in montagna, insomma, se incontrassi i surreali protagonisti di 'Kafka sulla spiaggia' e il loro linguaggio minimale ma significativo, allora potresti alzarti. Questo perché penseresti di aver capito qualcosa di importante. Non si può dire cosa, perché è diverso per ognuno, ma funziona.
Accedi per commentare