Dolopato ovvero Il re e i sette sapienti

Dolopato ovvero Il re e i sette sapienti

Lingua originale: latino
Titolo originale: Johannis de Alta Silva Dolopathos sive De rege et septem sapientibus
A cura di Giancarlo Alfano
Nota di Alberto Vàrvaro

Storie fantastiche di uomini che si tramutano in animali e viceversa, nelle quali mancano confini sicuri tra naturale e soprannaturale, e non si danno valori definiti al tempo e allo spazio.

Scritto attorno al 1200 dal monaco lorenese Giovanni di Alta Selva, Dolopato ovvero Il re e i sette sapienti all'interno di una vicenda principale che ricorda quella biblica della moglie di Putifarre, vede incastonarsi le storie narrate da sette vegliardi allo scopo di ritardare il supplizio del giovane Lucinio, figlio del re di Sicilia Dolopato. Storie fantastiche di uomini che si tramutano in animali e viceversa, nelle quali mancano confini sicuri tra naturale e soprannaturale, e non si danno valori definiti al tempo e allo spazio: ciò che oggi chiamiamo «fiabe». Raccontate per millenni, ma escluse dalla letteratura colta. Giovanni di Alta Selva, osserva Alberto Várvaro nella sua Nota, fu tra i primi «a trovare la forza per rompere una rimozione e consegnare alla pagina scritta ciò che era considerato degno solo della parola orale».

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy