Maestro Domenico

Maestro Domenico

Nota di Giorgio De Rienzo

«Maestro Domenico era una buona pasta di campagnuolo senza grilli, né frasche; con poche idee ma precise: buon cristiano e galantuomo di stampa antica». Sotto le sembianze di una fiaba, un'acre polemica nei confronti dell'unificazione, considerata causa del tramonto di una civiltà.

A Liborio Romano, che da Franceso II passò a Garibaldi senza alzarsi dalla poltrona di ministro dell'Interno, fu dedicata questa lapide: «Da XXIV anni/o Liborio Romano/la storia/pende irresoluta sul tuo nome./Ministro postremo/del cadente Borbone di Napoli/additavi l'esilio al tuo re/e aprivi la reggia al dittatore inerme./Custode delle autonomie regionali/e banditore d'una Italia federata/accettavi l'unità/senza protesta senza condizioni/e dal vecchio al nuovo principato/passavi/come se due anime ti possedessero/e due leggi morali./Ma le troncate insidie di corte/la servata incolumità pubblica/e il diritto nazionale/che d'una in altra metropoli cercava Roma/testimoniano/che i peccati tuoi/furono i destini della patria». Mirabile sintesi, e vale tanti libri di storia. Ma quei poveri italiani che avevano una sola anima, una sola legge morale? Col senno del poi ne parla il principe di Lampedusa; nell'immediato svolgersi degli avvenimenti, questo racconto di Pelosini.

Autore

Nato a Fornacette (Pisa) nel 1823, morto nel 1896, Pelosi è stato uno dei pochissimi intellettuali antirisorgimentali a rimanere coerente a dispetto della storia. Amenità bibliografiche della vecchia Toscana e Ricordi, tradizioni e leggende dei monti pisani tra gli altri suoi titoli.

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy