Atti del processo di Giordano Bruno

Atti del processo di Giordano Bruno

A cura di Davide Dei

La ricostruzione delle fasi finali del processo per eresia a Giordano Bruno.

La prima denuncia di Mocenigo a Giordano Bruno fu del 23 maggio del 1592, in una lettera con accuse di miscredenza e ostilità alla religione cattolica e al clero, e di sostenere ogni eresia e dottrina magica. Bruno fu arrestato dall'Inquisizione la notte seguente. I documenti processuali (qui riuniti con le denunce di Mocenigo, e una sintesi del 1598, detta Sommario) ricostruiscono la fase estrema del processo, quella condotta dal cardinale Bellarmino, che sintetizzò l'accusa in otto proposizioni eretiche che il filosofo di Nola, pur non rifiutandosi a un'abiura generale, non volle nello specifico abbandonare, continuando a discutere, a distinguere, a confrontarsi. Posto, infine, di fronte all'alternativa tra abiurare o morire, Bruno rispose: «che non deve né può ritrattare, e che non ha da ritrattare e che non ha materia di ritrattazione, e che non sa su cosa debba ritrattare». Sentenza di morte per eresia fu pronunciata l'8 febbraio del 1600. Bruno arse sul rogo alzato a Roma in Campo de' Fiori il 17 febbraio del 1600, l'anno del Giubileo.

2000

Il divano n. 153

240 pagine

EAN 9788838915918

Non disponibile

Autori

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy