Il campeggio di Duttogliano

Il campeggio di Duttogliano

«Ricordi-racconti» su un'infanzia tra le due guerre. Il fascismo visto con gli occhi di un bambino.

Racconti, ritratti triestini d'epoca, e «ricordi-racconti» (l'espressione è di Umberto Saba) «tutti legati - sottolinea Kezich in una noterella al volume - al periodo tra il fascismo e l'immediato dopoguerra». Dominante, probabilmente, tra di essi è Il campeggio di Duttogliano, scritto nel 1956, varie volte ripubblicato, sempre introvabile. È, forse, l'unica versione letteraria, l'unica narrazione di un'esperienza che gli italiani della generazione tra le due guerre hanno fatto tutti senza eccezioni: quella della Gioventù italiana del Littorio, quindi il fascismo visto con gli occhi di un bambino. È un piccolo episodio, un campeggio di balilla marinaretti e avanguardisti, in terra allora italiana di Slovenia, organizzato dalla scuola. Il protagonista vi partecipa con entusiasmo, ma poi fugge avventurosamente. La qualità del racconto poggia sull'equilibrio tra particolari diversi, che compone davvero un quadro d'epoca: la memoria storica di Trieste e il dissidio etnico tra slavi e italiani, esposti al vento del regime; l'eccitazione delle velleità autoritarie dentro l'ambiente di una comunità chiusa; infine, forse soprattutto, il ritratto, vivido, difficilmente dimenticabile, di un padre che difende con sommessa tenacia, come tanti giusti di allora, la dignità etica della vita quotidiana.

Autore

Tullio Kezich, critico cinematografico, biografo di Fellini e drammaturgo (la sua Trilogia triestina, ambientata negli anni '40 come questo romanzo, è in dialetto) in campo narrativo ha pubblicato L'uomo di sfiducia e, con questa casa editrice, Il campeggio di Duttogliano (2001) e Una notte terribile e confusa (2006).

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy