Caravaggio

Caravaggio

Lingua originale: inglese
Traduzione di Marina Premoli E Gabriele Noferi
Titolo originale: Caravaggio: A Life
Con 48 illustrazioni a colori.

Una completa biografia del pittore più oscuro e bizzarro che visse a cavallo tra Cinquecento e Seicento.

«Gli occhi vivaci, sì, ma incaverniti» è scritto nell'epitaffio di Michelangelo Merisi, il Caravaggio: il tratto fisico che verosimilmente di più colpiva i suoi contemporanei. L'intenso lume dello sguardo, ma con qualcosa di fosco, di forte e profondamente oscuro. Ed è, si può dire, questo stesso inquietante contrasto - una luce vivida da cui traspare però il torbido fondo - la sintesi del fascino che la sua figura esercita attraverso il tempo, come la sua pittura: un mescolarsi misterioso di forza e vitalità ma con una premonizione di dramma e di morte, un naturalismo radicato nei sensi ma con una ispirazione inquieta. Pur essendo il più ricercato pittore dei tempi suoi, era considerato già allora un uomo strano e bizzarro, con pochi legami. Visse poco più che trent'anni, una vita geniale ma violenta, in anni violenti e in una società violenta, com'erano i tempi a cavallo tra Cinquecento e Seicento quando l'Italia, che Caravaggio corse dal milanese alla Sicilia e Malta, entrava nel Barocco e nella Controriforma e cadeva sotto il dominio egemonico di Spagna. Fu un assassino e finì disperato in circostanze poco chiare. Caravaggio, osserva Helen Langdon in questa che è finora la biografia più completa: «era infaticabile, inquieto, sempre in movimento, come in preda a una timore rabbioso, considerato pazzo». E già a chi aveva conoscenza diretta di lui, molte zone del personaggio e del suo vivere restavano in ombra, indecifrate. Una scarsità di notizie che ha alimentato inesattezze e favole, e la generale incertezza biografica che questo lavoro viene a riparare. Proiettando, com'è naturale, Michelangelo Merisi sullo sfondo dei movimenti e delle vicende della sua età, ma senza rinunciare a rappresentare, con vivida curiosità letteraria e psicologica, la drammatica spiritualità che lo scuoteva, e quella strana empatia che gli faceva assorbire, nella pittura, i colori e, nel vivere, le atmosfere dei luoghi diversi dove la fortuna o la fuga lo avevano gettato.

2001

La nuova diagonale n. 40

448 pagine

EAN 9788838917059

Non disponibile

Autore

Helen Langdon vive a Londra dove ha collaborato a lungo con la National Gallery, la National Portrait Gallery e il British Museum. Studiosa di Caravaggio da tutta la vita ed esperta di arte italiana, ha scritto opere su Salvator Rosa e Claude Lorrain, ed è stata curatrice della sezione dedicata al Rinascimento e al Barocco italiani del Macmillan Dictionary of Art.

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy