Come l'oleandro

Come l'oleandro

Come un fiore bello e velenoso. La vita, tra la finzione e la tradizione, tra l'avventura fiabesca e la cronaca, di un «eroe» della mafia.

Una biografia, fortemente fantastica, leggendaria, ma modellata sulla figura storica di un uomo d'onore. La vicenda di Faro Badalamenti, così come lui la consegnò alla giovanissima e borghese moglie di suo nipote che la racconta, si svolse in una delle zone che gli storici candidano ad essere territorio originario della mafia. Ed è questa antichità, unita all'atmosfera di incanto romantico a cui si abbandona l'interlocutrice di Faro, che dota la vita avventurosa di una sostanza di fiaba. Fiero, forse feroce lupo tra pecore, in un mondo in cui «o si è pecora o si diventa lupo», da sempre braccato per via di un omicidio giovanile ai danni di una guardia forestale, Faro vive alla macchia in montagna, guidato dalla saggezza primitiva ma sicura che gli deriva dal patrimonio infinito di detti e di regole pratiche del sapere ancestrale siciliano. «Un eroe senza paura capace di parlare agli animali» appare a chi ne riceve la memoria. Vive in realtà come un cavaliere feudale, un destino da patriarca cui lo consegna precocemente una faida familiare, un'esistenza avventurosa in cui si alternano sfide cruente e paci precarie, qualche momento di disinteressato amore con esseri emarginati dal gioco tirannico in cui consiste la società, e sotto il dominio angoscioso del tradimento violento che non gli risparmia neppure il letto nuziale. «In Sicilia non esiste la parola fiducia, esiste solo come verbo e al passato remoto: "si firau e muriu"». E questo fosco destino antropologico Gabriella Badalamenti sembra sentirlo fatale come una tragedia antica, ne avverte il segno impresso sulla stessa propria esistenza, e il fascino, ambiguo e trascinante come un'avventura di briganti, che inebria come il dolce profumo del venefico oleandro. E lo offre al lettore con il respiro di una fiaba truce: forse la prima fiaba di mafia.

Autore

Gabriella Badalamenti Ruffino (14 febbraio 1947), vive tra il Golfo di Castellammare e Palermo, dove lavora e dipinge. Questo è il suo primo libro.

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy