Come si può

Come si può

Tra l'accettazione e il rifiuto, Come si può, esprime il sentire e la «pena di vivere così».

Come si può: questo titolo, che Maria Luisa D' Amico ha estratto da una quartina di Antonio Machado, se da quieta e dolente contestazione la mutassimo in interrogazione, sarebbe un po' come lo strappo nel cielo di carta di cui si discorre nel capitolo dodicesimo de Il Fu Mattia Pascal: dalla tersa accettazione della vita di Machado ci sentiremmo precipitati nella tragedia del vivere di Pirandello. Ma anche senza l'enfasi dell'interrogativo, il senso di questo racconto sta - per restare alla congenialità spagnola - in un «vivir desviviendo». Tra l'accettazione e il rifiuto. Tra l'accettare la «ley de la vida» e il sentire al tempo stesso la «pena di vivere così».

Autore

Maria Luisa Aguirre D'Amico, nata a Roma da padre cileno e madre italiana, ha trascorso l'infanzia e l'adolescenza fra il Cile e l'Italia. Nipote di Luigi Pirandello, ha curato per questa casa editrice l'Album di famiglia di Luigi Pirandello (1979) e pubblicato Paesi lontani (1983).

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy