Diderot a Pietroburgo

Diderot a Pietroburgo

Lingua originale: tedesco
Traduzione di Sandro M. Moraldo, Francesca Pisani
Titolo originale: Diderot in Petersburg
A cura di Sandro M. Moraldo

Un racconto in cui, tra colpi di scena e amabili sorprese, si snoda una vicenda fatta di intrighi amorosi e dotte controversie. Divertente e arguto è una distruzione satirica della consapevolezza illuministica di Diderot.

Diderot a Pietroburgo fa parte della raccolta Storie della corte russa (1873-74) e viene qui pubblicato per la prima volta in italiano. Il racconto, pur prendendo spunto da un avvenimento accaduto, la visita di Diderot alla corte di Caterina II negli anni 1783-1784, non si sviluppa nella sua realtà storica. «Il viaggio - scrive Sandro M. Moraldo nell'Introduzione al volume - intrapreso da Diderot come pura avventura intellettuale, ma anche per assecondare la sua vanità, assume, man mano che si svolgono gli avvenimenti, una forte valenza simbolica. Sarà un viaggio che lo porterà ad una migliore conoscenza di se stesso e a sovvertire le sicurezze di cui si è sempre fregiato».

Autore

Leopold von Sacher-Masoch (1836-1895) autore di storie di ambiente galiziano (L'ultimo re dei magiari), viene ricordato soprattutto per il romanzo Venere in pelliccia.

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy