L'eterno selvaggio

L'eterno selvaggio

A cura di Gabriella D'agostino

A partire dalla scoperta dell'America, attraverso le tappe più significative, il rapporto tra Occidente e «mondo primitivo».

L'eterno selvaggio ripercorre le tappe più significative dell'incontro dell'Occidente con il «mondo primitivo», a partire dalla scoperta dell'America. Nell'opera è possibile individuare alcune linee direttrici. Una può essere schematicamente definita come una introduzione alle origini dell'antropologia, o meglio, allo «sguardo antropologico». Da questo punto di vista essa recupera all'interno del sapere antropologico lo sguardo dell'Occidente sulle popolazioni altre a partire da fonti documentarie di varia natura con particolare riferimento alla letteratura prodotta da viaggiatori, missionari, etc., per indagare le modalità attraverso cui si è configurato il rapporto tra soggetto osservante e oggetto osservato. Un'altra linea riguarda la storia della disciplina accademicamente intesa, nei suoi diversi approcci teorico-metodologici di scuole e correnti. Una terza individua il ruolo che l'esotico, il selvaggio, il primitivo hanno svolto nella letteratura, nella musica e nelle arti figurative del Novecento, in ordine alle modalità di selezione di determinati tratti e al loro impatto sul sistema di valori dominante dell'Occidente (estetico, etico, etc.), scardinandolo o comunque interagendo con esso.

Autore

Giuseppe Cocchiara (Mistretta, 1904-Palermo, 1965) è stato docente di Storia delle Tradizioni popolari nell'Università di Palermo, e direttore del «Museo Etnografico Siciliano G. Pitrè» dal 1934 al 1965. A Cocchiara si debbono opere decisive per la «fondazione» delle discipline demologiche: Storia degli studi delle tradizioni popolari in Italia (1947), Storia del Folklore in Europa (1952), tradotto in russo (1960), in ungherese (1962) e in inglese (1981), Popolo e letteratura in Italia (1959). A parte l'opera, tradotta anche in ungherese (1965) - L'eterno selvaggio -, altri interessi di Cocchiara relativi a ricorrenze tematiche e simboliche nella letteratura e nel folklore sono documentate in Genesi di leggende (1940), Il Paese di Cuccagna (1956) e Il mondo alla rovescia (1963). Di Cocchiara questa casa editrice ha pubblicato: Il linguaggio del gesto (1977), Preistoria e folklore (1978), Storia del folklore in Italia (1981), Le immagini devote del popolo siciliano (1982) e L'eterno selvaggio (2000).

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy