La follia dei Monkton

La follia dei Monkton

Lingua originale: inglese
Traduzione di Franco Basso
Titolo originale: Mad Monkton
A cura di Franco Basso

«Collins scoprì il mistero dietro le nostre porte di casa» ha scritto Henry James. Nel luogo elettivo dell'esoterismo nero di un tempo, l'Italia, due giovani a caccia di un cadavere: l'ossessione che logora il signore di Monkton è la perversione di un folle o è una maledizione?

Da solo o in sodalizio con il suo amico Charles Dickens, Wilkie Collins era un prolifico maestro della narrativa sensazionale. Si può dire che ne fu l'inventore e la sua capacità di maneggiare la suspense, nera o criminale, lo pone tra gli iniziatori del genere poliziesco. Ma La follia dei Monkton non trovò posto tra le pagine della popolare rivista su cui pubblicava, perché il direttore Dickens temeva di urtare la sensibilità dei lettori. La storia infatti riguardava qualcosa di più scabroso e realistico di un semplice complotto: le trame di una follia. Una follia resa indecifrabile e lasciata nell'ambiguità fino alla fine, perché mescolata con una storia di fantasmi, un'antica maledizione di famiglia, le stanze di una grigia abbazia, e un'avventurosa spedizione nella terra eletta dell'esotismo di allora, l'Italia. Ed è un miscuglio che lascia, però, trasparire il segreto compositivo di Collins e le ragioni della fortuna duratura del genere da lui inventato. Avvolgere il quotidiano nelle spire del mistero, narrarlo in prima persona col linguaggio del cronista, e rendere inquietante ai lettori la loro stessa ordinarietà.

2001

La memoria n. 510

128 pagine

EAN 9788838917172

Non disponibile

Autore

William Wilkie Collins (1824-89) è uno dei primi autori di storie poliziesche. Il suo romanzo più celebre, La pietra lunare (1868) definito da T. S. Eliot «il primo e il migliore tra i romanzi polizieschi», ha fornito l'archetipo delle trame di mistero e di suspense centrate sulla soluzione razionale di un delitto misterioso. Amico e consigliere di Charles Dickens, collaborò alle sue riviste con un gran numero di racconti e un romanzo a puntate, La dama in bianco (1860). Di Collins questa casa editrice ha pubblicato Tre storie in giallo (1985), Il truffatore truffato (1991), Testimone d'accusa (1996) e Il pigro viaggio di due apprendisti oziosi (2003).

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy