Giacomo Serpotta e gli stuccatori di Palermo

Giacomo Serpotta e gli stuccatori di Palermo

248 illustrazioni in bicromia, 16 tavole a colori fuori testo

La fama di Giacomo Serpotta (1656-1732) è legata alla decorazione di oratori e piccole chiese delle compagnie e delle congregazioni che sorsero nel fervore della Controriforma. Anche se in questo periodo le grandi chiese, pur con rilevanti eccezioni, continuarono a preferire le decorazioni marmoree, la decorazione delle piccole chiese e degli oratori è  di gran lunga più importante di quella dei palazzi. Lo stesso Serpotta lavorò quasi esclusivamente su committenza ecclesiastica. Sfortunatamente la sua opera ci è pervenuta in una forma mutilata, delle circa trenta chiese da lui decorate ne sopravvivono meno di un terzo, tali però da poterne apprezzare la grandezza.

«Nel panorama dell’editoria siciliana si distingue per la qualità delle proposte nel settore delle arti figurative Enzo Sellerio editore. Di grande interesse è il ponderoso volume intitolato Giacomo Serpotta e gli stuccatori di Palermo, in cui l’autore Donald Garstang, rende conto tra l’altro di approfonditi studi sull’opera ignorata di un nutrito grupo di decoratori a stucco palermitani. L’opera si distingue per un repertorio iconografico di eccezionale qualità» (Il giornale dell'arte).

«Serpotta sembra destinato a rimanere una figura isolata, una meteora nel cielo siciliano». Così dicendo, Rudolf Wittkower ignorava la schiera dei prolifici artigiani che decorarono chiese, oratori e palazzi del periodo forse più felice che l'architettura e le tecniche decorative palermitane abbiano conosciuto. Oggetto della trattazione di Donald Garstang è lo sviluppo di una forma d'arte troppo spesso trascurata, la decorazione a stucco. L'autore rivisita l'opera degli artisti palermitani che la praticarono, nell'arco della sua evoluzione, dalle prime manifestazioni del gusto manierista alle ultime prove del tardo barocco, sino al freddo clima neoclassico, con una particolare attenzione al retroterra architettonico, politico e religioso del periodo. Da una attenta ricostruzione ideologica la figura di Giacomo Serpotta emerge a tutto tondo, non più come fenomeno isolato o "artista da museo": nello studio di Garstang vengono infatti rievocate le figure e l'attività di questi artisti spesso ignorati, gli stuccatori palermitani, messi a confronto con Serpotta e con l'ambiente culturale in cui essi si formarono e vissero. Il testo, completato e arricchito da un vasto corredo fotografico, realizzato dallo studio Cappellani sotto la direzione dello scultore Mario Pecoraino, da Giuseppe Leone e da Guendalina Ffoulke Bemberg, offre una possibilità unica di esplorare quest'area feconda, ma ancora poco conosciuta, dell'arte italiana.

1990

I cristalli n. 16

248 pagine

EAN 9788876810503

Fuori catalogo

Premi

V Premio Nazionale del libro d'arte Luigi De Luca (1991)

Autore

Donald Garstang (1946 - 2007), storico dell'arte statunitense naturalizzato britannico, ha studiato letteratura inglese ed americana all'University of California. Dopo un soggiorno di sei anni in Italia, tra Palermo e Roma, si è trasferito a Londra dove ha ricoperto l'incarico di consulente alla Galleria Colnaghi. Ha collaborato alle riviste Apollo, Burlington Magazine e Il Giornale dell'Arte. Gli è stata concessa la cittadinanza palermitana per i suoi studi sull'opera di Giacomo Serpotta, di fatto da lui scoperto e portato alla ribalta 350 anni dopo la morte grazie alla passione in lui sorta dopo la visita a Palermo negli anni Settanta. Si è battuto per anni perché venisse riconosciuta l'importanza artistica e storica del maestro palermitano dello stucco e a lui si deve sicuramente il ritrovato interesse della città per un suo artista quasi dimenticato.

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽