Idi di marzo

Idi di marzo

Lingua originale: inglese
Traduzione di Fernanda Pivano
Titolo originale: The Ides of March
Nota di Luciano Canfora

Attraverso «lettere-diario», il racconto dell'ultimo anno di Cesare fino alla congiura che lo uccise. «La manipolazione 'creativa' investe gli stessi personaggi storici; è il dato storico che viene trasformato ed i personaggi storici diventano essi loquacissimi attori del romanzo» (Luciano Canfora).

«Nel 1948 Thornton Wilder, versatile scrittore americano di romanzi e commedie di successo, pubblicò Idi di marzo: un romanzo epistolare o, se si vuole, documentario, che si propone di ricostruire l’ultimo anno della vita di Cesare e culmina nella scena dell’uccisione di lui in Senato, ad opera dei celebri “congiurati” il 15 marzo del 44 a.C. Libro “documentario” s’è detto. Infatti l’ambizione di Wilder è di costruire un racconto unicamente attraverso la sequenza di lettere o frammenti di lettere o di “lettere-diario”, come talvolta l’autore definisce questi falsi documenti. L’interesse dominante di questo autore, come del Claudio di Graves, o delle Vite immaginarie (1896) di Marcel Schwob è l’aspetto scandaloso dello stile di vita della élite sociale tardo-repubblicana. Si potrebbe indicare un elemento che differenzia nettamente il romanzo storico ottocentesco da questi esperimenti novecenteschi. Per lo più il romanzo storico ottocentesco racconta direttamente la grande storia, nella quale ad un certo punto immette, fa entrare in scena, personaggi fittizi. Così accade da Walter Scott a Manzoni, da Hugo a Tolstoj. Invece nei romanzi storici novecenteschi, specie questi che hanno come oggetto l’antichità classica, la “manipolazione” creativa investe gli stessi personaggi storici; è il dato storico che viene trasformato ed i personaggi storici diventano essi stessi loquacissimi attori del romanzo».

(Dalla Nota di Luciano Canfora)

Autore

Thornton Wilder (Madison, Wisconsin, 1897 - New Haven, Connecticut, 1975). Tra le sue opere: Il ponte di San Luis Rey (1927), La donna di Andro (1930), Il lungo pranzo di Natale (1931), Piccola città (1938). Idi di marzo è del 1948.

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy