L’invenzione dell'amore

L’invenzione dell'amore

Traduzione dall'inglese di Lodovico Terzi
Titolo originale: The Invention of Love
A cura di Rita Cirio

Alfred Edward Housman (1859-1936), latinista, filologo e raffinato poeta arriva nell’Ade. Caronte deve traghettarlo ma nel corso della navigazione lo Stige si incrocia con il Tamigi della giovinezza del professore. In una Oxford di fine Ottocento si susseguono gli incontri con amici, colleghi e insegnanti mentre riecheggiano le voci dei poeti che hanno inventato la poesia d’amore: da Ruskin a Jerome K. Jerome a Oscar Wilde.

Tom Stoppard, grande scrittore di teatro (è sua la commedia tragica Rosencrantz e Guildenstern sono morti, da cui il film Leone d’Oro ’90 a Venezia) e sceneggiatore di film di elevata qualità nell’equilibrio di scene e dialoghi (il famoso Shakespeare in Love, Premio Oscar 1999), esprime in due modi il suo pessimismo (o forse nichilismo) alla Beckett, levigato da un supremo scetticismo. L’umorismo continuo è il primo modo, fatto di doppi sensi comici, allusioni, paradossi, intese con il pubblico, giochi linguistici, sommato a un rimescolamento di generi diversi e colte citazioni spesso occulte. L’altro consiste nel prendere un personaggio, o minore o di striscio, rispetto a protagonisti ben più rinomati, e fargli recitare atti e dialoghi del tutto ordinari, fargli scorrere momenti esistenziali banalmente inconsapevoli, mentre tutti tranne lui solo sanno che una tragedia deve succedere, che questa quindi risulta casuale, superflua e senza senso. Queste due caratteristiche contribuiscono a rendere estremamente piacevoli i suoi testi teatrali, anche fuori dal palcoscenico, da leggere quasi fossero dei romanzi, dei racconti lunghi.
In due atti, L’invenzione dell’amore chiama a recitare la sua parte un signore oscuro, A. E. Housman (1859-1936) latinista molto bravo e poeta di buon valore e profonda tristezza. Impersona se stesso in due figure diverse: dopo morto sullo Stige con Caronte, e giovane studente a Oxford con i suoi amici sul fiume Tamigi. È un omosessuale, innamorato non ricambiato dell’amico Moses Jackson. Lo circondano numerose persone, tutte realmente esistite, tranne, non per caso, un solo individuo. Accanto a studenti, giornalisti, docenti, parlamentari che impersonano l’età d’oro vittoriana di Oxford, ci sono i più noti Pater, Ruskin, Jerome K. Jerome e soprattutto Oscar Wilde. Questi è di Housman, si può dire, il contrappunto: come Wilde affermava provocatoriamente il suo amore, vivendo la vita come forma d’arte, l’appartato Housman vive il suo amore solo attraverso i classici, è un amore sublimato dall’arte. Sullo sfondo è il crudele processo cui fu sottoposto l’autore di Dorian Gray.
Scrive Rita Cirio nell’Introduzione: «La drammaturgia di Stoppard è spesso e volentieri anamorfica, nel senso che fa assumere punti di vista inconsueti, propone immagini e prospettive diverse, applicate spesso a personaggi famosi ma retrocessi a comprimari di altri secondari. In The Invention of Love il protagonista è di quelli che occupano poche righe nelle enciclopedie, cultore della filologia come mezzo per arrivare alla bellezza assoluta, cui affidarsi non solo per l’arte ma anche per la vita. Housman piange sulla sua vita di lacrime non versate, sull’amore non consumato».

2021

La memoria n. 1189

192 pagine

EAN 9788838942051

Formato e-book: epub

Protezione e-book: acs4

Autore

Nato in Cecoslovacchia ma inglese d’adozione, Tom Stoppard (1937) oltre che per il teatro ha scritto per il cinema e la TV. Nel 1998 ha ricevuto il Premio Oscar per la sceneggiatura di Shakespeare in Love. Con questa casa editrice ha pubblicato Rosencrantz e Guildenstern sono morti (1998, 2019), L’invenzione dell’amore (1999, 2021) e La sponda dell’utopia (2012).

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l’informativa sulla privacy ▽

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l’informativa sulla privacy ▽