I maestri di tuina

I maestri di tuina

Traduzione dal cinese di Maria Gottardo, Monica Morzenti
Titolo originale: Tui Na

Una galleria di personaggi di assoluta originalità, la tradizione secolare dei massaggi e della cura del corpo, il miraggio travolgente della ricchezza per tutti, nel cuore della Cina che cambia: questo è I maestri di tuina, vincitore del premio Mao Dun 2011, il maggiore riconoscimento letterario nazionale.

«Premere e afferrare», tuina. È il nome di un massaggio basato sulla medicina cinese tradizionale, di norma effettuato da massaggiatori ciechi. A Nanchino, in un centro tuina, lavora uno dei migliori, il dottor Wang. Ha la fortuna di vivere in un momento speciale, quello che a tutti sembra davvero un’epoca d’oro. L’epoca dei desideri e dei soldi, della possibilità di una vita nuova, perché la Cina in pochi anni è cambiata per sempre. Hong Kong è stata appena riannessa e i suoi facoltosi abitanti si riversano sulle città del continente attratti dalla convenienza di un paese dove la manodopera costa meno di una ciotola di riso. I giovani si sentono liberi, le famiglie si scoprono più ricche, le usanze stanno mutando, arrivano merci mai viste, abitudini inconsuete, lussi straordinari, che cambiano la quotidianità di un intero popolo. Dalle sale di un centro massaggi il dottor Wang e i suoi colleghi sentono giungere la violenta crescita economica del loro paese e cominciano a covare sogni che finalmente sembrano po tersi realizzare.
Nel salone c’è una ragazza cieca dalla nascita, pianista dotatissima, che ha rinunciato alla carriera di concertista dopo la sua prima esibizione. Un ragazzo prova il rimpianto di non poter percepire cosa sia la bellezza, e ha la costante sensazione di essere in qualche modo una vergogna per la famiglia. Un altro suscita l’ilarità dei colleghi ogni volta che apre bocca, a causa del suo pesante accento del Nord, ma questo non impedisce che la nuova massaggiatrice si invaghisca di lui dopo appena due giorni. Ci sono le fantasie taciute, le speranze a un passo dall’essere realizzate, e delicatissime storie d’amore. Grazie alla straordinaria sensibilità dei suoi personaggi, Bi Feiyu realizza un sorprendente racconto della Cina contemporanea, della sua complessa originalità, del sottile umorismo della vita di tutti i giorni. E della grande poesia che si cela nei gesti e nelle esistenze di chi attraversa il mondo senza mai guardarlo.

2012

Il contesto n. 32

408 pagine

EAN 9788838927508

Formato e-book: epub

Protezione e-book: acs4

Autore

Bi Feiyu, è nato nel 1964 nella provincia del Jiangsu e vive e lavora a Nanchino. Autore di numerose opere tra racconti, novelle e romanzi, già dagli esordi la sua scrittura gode di un grandissimo successo. È celebre anche a livello internazionale: ospite d’onore alla fiera del libro di Londra 2012 e tradotto in molti paesi. Il romanzo breve Shanghai Wangshi ha avuto una importante trasposizione cinematografica in La triade di Shanghai (1995), film candidato agli Oscar del regista Zhang Yimou. Bi Feiyu ha inoltre vinto due volte il Premio Lu Xun per la letteratura (1995 e 1996). Sellerio ha pubblicato I maestri di tuina (2012), vincitore del Premio Mao Dun 2011, il maggiore riconoscimento letterario nazionale, e Le tre sorelle (2014).

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy