Il milite noto

Il milite noto

4 fotografie in bianco e nero

«Questo è un libro costruito su documenti di vario tipo, scritti e no, montati a raccontare, ricostruendola dal di dentro, con una tecnica simile a quella del cinema-verità, una storia vera: la storia della vita (otto mesi di vita) e della morte di un giovane "caduto" ("ammazzato" sarebbe più preciso ma insieme più sgradevole) nella prima guerra mondiale».

Nell'introduzione del 1948 ad Addio alle armi, Hemingway diceva che «dal 1933 forse è chiaro perché uno scrittore debba interessarsi al continuo, prepotente, criminale, sporco delitto che è la guerra»; ma appunto il suo libro, scritto vent'anni prima, spostava al 1914 le ragioni per cui uno scrittore deve interessarsi a quell'enorme delitto che è la guerra. Ma non solo lo scrittore, oggi: ciascuno di quelli che Hemingway chiama i «leali cittadini» che l'hanno combattuta, che la combatteranno, che ne hanno avuto e ne avranno lacrime e sangue, hanno il diritto e il dovere, in quanto cittadini, di una irriducibile lealtà contro la guerra. Scritto da un leale cittadino - che è anche giornalista di scrupoloso e limpido mestiere - questo libro ricostruisce, attraverso documenti e reliquie di dolorosa memoria familiare, la storia di un leale cittadino caduto nella guerra 1915-18. La storia di un milite noto contro la «illeale» apoteosi del milite ignoto.

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy