Gli oscuri

Gli oscuri

Lingua originale: spagnolo
Traduzione di Elisabetta Cerrai, Carlos Gumpert
Titolo originale: Los oscuros

Gli Oscuri, i dimenticati dalla Storia, sono le persone di cui Luis G. Martín traccia con minuziosa veridicità la biografia. Incantevole omaggio alle cronache della fantasia dell'arte.

Carneade, chi era costui? Potrebbe essere il lemma di questo libro. Chi furono Angelina Ricordi, Zelia Monteiro, Nikos Velakis, Fabien Latreille e gli altri personaggi che compaiono in questi racconti? Sono gli Oscuri. Coloro dei quali la storia non parlerà mai. Ma ne parla la letteratura che, come si sa, spesso ha la funzione di supplire alle lacune della Storia. Di questa supplenza Luis G. Martín si è fatto interprete, per costruire, con la sua immaginazione, un volto ai dimenticati: con l'immaginazione e forse con l'aiuto di piccole notizie senza seguito che appaiono quotidianamente sui nostri giornali. Ma ciò che in questo libro è più toccante è la minuzia, la «veridicità» con cui le biografie dei dimenticati riescono a raggiungere la dimensione del testo letterario. Biografie immaginarie, nella miglior tradizione di Schwob, questo incantevole libriccino è soprattutto un omaggio alle cronache della fantasia dell'arte. Antonio Tabucchi

Autore

Luis G. Martín è nato a Madrid nel 1962. Gli Oscuri (1990) è il suo primo libro.

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy