Le parole nascoste. Le carte ritrovate di Sandro Penna

Le parole nascoste. Le carte ritrovate di Sandro Penna

Autografi di poesie, appunti di diario e un epistolario che comprende i maggiori protagonisti della vita letteraria tra le due guerre. Dalle carte ritrovate nella casa romana di Sandro Penna emerge l’identità di un’officina poetica, tra le più perfette del Novecento non solo italiano.

Intorno alla figura di Sandro Penna, complici i suoi stessi estimatori (da Saba a Montale, da Pasolini a Natalia Ginzburg) si è affermato il mito della santità e del candore, della purezza lirica isolata dalla società e dal suo tempo. In questo libro Roberto Deidier ha raccolto i suoi studi sulle carte ritrovate nella casa romana del poeta, delle quali per la prima volta viene pubblicato l’inventario: autografi di poesie, talora inedite; appunti di diario, che mostrano un’attenzione rara alla poesia contemporanea; infine un epistolario che comprende i maggiori protagonisti della vita letteraria tra le due guerre. Completa questo insolito «archivio» il ritrovamento, in un’edizione delle Occasioni di Montale, di alcune osservazioni manoscritte da Penna, che consentono di collocare in una giusta prospettiva il complesso rapporto tra il giovane esordiente e il suo principale mentore. Da queste testimonianze, fondamentali per la comprensione dell’officina in versi e in prosa di Penna, emerge il quadro più realistico e storicamente attendibile nel quale interpretare una vicenda umana e poetica tra le più alte del Novecento non solo italiano, come attestano le numerose traduzioni.

Autore

Roberto Deidier (Roma, 1965), poeta e saggista, insegna nell’Università di Palermo. Autore di numerosi studi sulla modernità letteraria, ha curato opere e carteggi di Penna, Saba, Montale, Manganelli. Tra i suoi volumi: Le regioni della poesia (1996), Dall’alto, da lontano. Scritture dell’adolescenza, della fiaba e dello scorcio nel Novecento italiano (2000) e, con questa casa editrice, Le forme del tempo. Miti, fiabe, immagini di Italo Calvino (2004) e Il lampo e la notte. Per una poetica del moderno (2012). I suoi interventi su Penna sono riuniti nel volume Le parole nascoste (Sellerio 2008). Alla poesia ha dedicato, inoltre, l’antologia La fondazione del moderno. Percorsi della poesia occidentale (Carocci 2001), e lo studio Persefone. Variazioni sul mito (Marsilio 2010).

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy