Polis in fabula. Metamorfosi della città contemporanea

Polis in fabula. Metamorfosi della città contemporanea

Prefazione di Mauro Ceruti

Un racconto di potente capacità immaginativa sui tratti distintivi che definiscono la città: la sua natura, la configurazione storica, le continue trasformazioni delle sue forme, il significato e il valore assunto nel processo di civilizzazione, le sue prospettive di sviluppo.

«La forma, la cultura, l’immagine della “città” in pochi anni sono radicalmente cambiate. Oggi è difficile, sia per gli studiosi che per i cittadini, “definire” la città: i confini urbani si espandono in modo indefinito, inglobando territori entro un magma cangiante di insediamenti e funzioni; la dialettica centro-periferia lascia il posto a un policentrismo diffuso; gli spazi urbani sono attraversati da flussi di capitali, di merci, di individui, di informazioni e di culture. Questa complessa fenomenologia urbana genera disordine e sofferenze sociali sempre più vistose: il tessuto urbano è lacerato, strappato, ferito. Le città contemporanee esibiscono inedite contaminazioni di spazi, tempi e funzioni, anche attraverso la diffusione di tecnologie dell’informazione; accolgono sul proprio territorio governi e giurisdizioni diverse e spesso in conflitto.
«Queste metamorfosi continue, questi ininterrotti sconfinamenti e disseminazioni globali pregiudicano la possibilità di un futuro per la città? Il tramonto della configurazione storica propria della città moderna corrisponderà inevitabilmente alla fine della città e alla fine dell’esperienza urbana? O la città dell’età della globalizzazione emergerà come forma inedita, con proprie nuove configurazioni spazio-temporali? «Ma quali sono i tratti costitutivi e distintivi che definiscono l’esperienza urbana?
«Anna Lazzarini mette in campo subito l’idea di fondo: la città è un campo di forze contrapposte, che diventano elementi costitutivi della sua stessa realtà. La città da sempre accade e prende forma proprio attraverso tensioni fra molteplici istanze: la città custodisce la dimora, ma insieme favorisce lo scambio; ha cura dei luoghi simbolici, ma insieme valorizza spazi di transito e di rapido passaggio dei flussi; offre radici a una comunità, ma insieme supera continuamente i suoi confini… Il tratto distintivo e costante della città è identificato nella sua capacità di intessere […] questa trama di relazioni. Trama di una storia. Una storia che racconta la città e una storia che la città racconta».

Dalla Prefazione di Mauro Ceruti 

2011

Le parole e le cose n. 26

216 pagine

EAN 9788838926068

Formato e-book: epub

Protezione e-book: acs4

Autore

Anna Lazzarini, laureata in filosofia presso l’Università di Milano, ha conseguito il dottorato in Antropologia ed Epistemologia della Complessità presso l’Università di Bergamo, dove attualmente svolge la propria attività di ricerca.

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy