Le quattro Geografie. Habitat 2

Le quattro Geografie. Habitat 2

Le quattro Geografie. Habitat 2 è il secondo volume di un vasto lavoro di pensiero in cui il tema urbanistico e ambientale è situato dentro quello che l’autore denomina «elaborazione della Terra». Dimostrare il prezzo, in tutti i termini, della perdita di questo orizzonte di complessità, con la conseguente sovversione delle priorità centrate sulla persona umana, è uno degli scopi finali dell’opera, assieme alla proposta di una nuova, sapiente, appropriazione di complessità e organicità. In una parola: è la perdita dell’ilemorfismo (unità di materia e forma) nella visione della Terra messa in questione da Leonardo Urbani, con la proposta di una sua riattualizzata prospettazione nell’impegno urbanistico. Questo secondo volume problematizza direttamente l’idea e la cultura del progetto e si divide in quattro parti. Nella prima si affrontano tematiche di cui l’autore dichiara la necessaria eterogeneità d’approccio: «Ma questi sono oggi i materiali che riguardano la città, il territorio, e la loro vita» dato che dal semplice rapporto città campagna del secolo scorso, oggi tutto è diventato più complesso. La seconda parte riguarda il dualismo che separa le scienze e le azioni dell’uomo nell’elaborare la terra, dalla sua «capacità di trasferire nell’operare quella componente culturale che, ad esempio, è intrinseca nello stile»: dunque, la perdita, si potrebbe dire, di bellezza e armonia complessiva. La terza parte si occupa del recupero dell’ilemorfismo, «osservando come sia pericoloso il suo abbandono». Nella quarta parte finalmente si analizzano le cosiddette quattro Geografie: Geografia delle economie finanziarie, delle economie reali, del territorio (natura+storia), dell’uomo, della famiglia e della comunità; quanto sia artificiosa e innaturale la loro attuale organizzazione gerarchica che vede al primo posto la finanza; e, in conclusione «un gioco da bambino» mostra come rimettere con i piedi per terra le priorità: «I) Geografia dell’uomo, della famiglia e della comunità; II) Geografia del territorio (natura+storia); III) Geografia delle economie reali; IV) Geografia delle economie finanziarie».

2013

Nuovo prisma n. 92

448 pagine

EAN 9788838924460

In libreria da giovedì 10 gennaio

Autore

Leonardo Urbani, Professore Emerito dell’Università di Palermo. Ha svolto attività di progettazione e studi territoriali, urbanistici e di architettura. Ha scritto, con Franco Rocca, Studio sulla localizzazione dell’industria in Sicilia, 1962; con Carlo Doglio, Programmazione e infrastrutture, 1964; La fionda sicula, 1972; Braccio di bosco e l’organigramma, 1960-1980. Con questa casa editrice ha pubblicato La città concreta (1980), Habitat (2003) e La quattro Geografie. Habitat 2 (2013). 

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy