Il Re delle due Sicilie

Il Re delle due Sicilie

Lingua originale: polacco
Traduzione di Ludmila Ryba E Alberto Zoina
Titolo originale: Kròl Obojga Sycylii
Nota di Alberto Zoina

Il titolo non tragga in inganno: Il Re delle due Sicilie è il nome di un reggimento dell'esercito absburgico e, in questa circostanza, il titolo di un romanzo complesso e sorprendente.

Siamo nell'area - e nell'aura - del mito absburgico: crepuscolare, nostalgico, di trasfigurata decadenza. Il mito in questi anni riscoperto attraverso Roth e gli altri scrittori austriaci degli anni Venti e Trenta. Più periferico e tardivo, Andrzej Kuśniewicz se ne distacca e distanzia: Schulz e Gombrowicz gli sono più vicini di Werfel e di Roth. Il Re delle due Sicilie (nome di un reggimento che ricorda, non del tutto gratuitamente, quello del reggimento cui appartiene il Lucien Leuwen di Stendhal) è un romanzo complesso e sorprendente, salutato dalla critica francese come un capolavoro. Kuśniewicz, nato nel 1904, l'ha pubblicato nel 1970, ottenendo in Francia il premio Séguier.

Autore

Di Andrzej Kuśniewicz (1904-1993), polacco di Galizia, questa casa editrice ha pubblicato: Il re delle due Sicilie (1981), Vetrate (1988), Assenza di gravità (1990), Conversione (1995).

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy