La storia dei Whitaker

La storia dei Whitaker

Nota di Rosalia Camerata Scovazzo

Saggi di Rosario Lentini e Vincenzo Tusa

140 illustrazioni in bicromia, 82 tavole a colori fuori testo

Tina Whitaker Scalia (1858-1957), figura leggendaria della vita sociale e mondana di Palermo, quando la città era considerata uno dei poli d'attrazione della mondanità in Europa, era scrittrice di talento. I suoi diari, assieme a novantacinque copialettere costituiscono la fonte documentaria dell'immenso lavoro narrativo di Trevelyan. Il volume tratteggia a tinte forti le personalità di Benjamin Ingham, capostipite della famiglia, dal fiuto straordinario per gli affari e l'acume politico, nonchè quelle dei suoi discendenti: il suo esatto contrario, privi com'erano di qualsiasi talento commerciale e incapaci di tenere testa all'ambizione e alla mania di grandezza delle consorti.

Gli inglesi ed il marsala sono i protagonisti della storia di un'immensa fortuna accumulata in breve tempo, grazie alla genialità di un modesto mercante di stoffe di Leeds, sbarcato a Palermo all'età di ventidue anni. L'arrivo di Benjamin Ingham nel 1806 dà inizio alla saga siciliana della famiglia Ingham Whitaker che si concluderà dopo quasi due secoli, nel 1971, con la morte dell'ultima discendente. "Prima della guerra - riportava il Times nel 1936 - non c'era probabilmente altra casa in Europa in cui si potesse incontrare la società cosmopolita di Villa Malfitano. Mr Whitaker e la sua brillante signora possedevano in modo speciale il dono dell'ospitalità. È difficile descrivere l'atmosfera che erano riusciti a creare a Malfitano, se non dicendo che si trattava di una coppia che guardava alla vita in modo gentile, comprensivo e totalmente irreale". È una fortuna che l'aura di quei tempi ci sia stata tramandata nei diari di colei che ne fu una protagonista, Tina Scalia Whitaker. Servendosi di questa e di altre testimonianze di prima mano, Relaigh Trevelyan traccia uno smagliante ritratto di una grande famiglia britannica, che nello stesso tempo è lo specchio di uno dei periodi più felici che Palermo abbia mai attraversato.

Autore

Relaigh Trevelyan (1923 - 2014), è stato uno scrittore inglese, autore e curatore di libri storici. Tra le sue opere ricordiamo: The Fortress (1956), A Hermit Disclosed (1960), The big Tomato(1966), Princes under the Volcano (1972), The Shadows of Vesuvius (1976), A Pre-Raphaelite Circle (1978), Shades of Alhambra (1985) e The Golden Oriole: Childhood, Family and Friends in India (1987). Inoltre ha curato i volumi Italian Short Stories (1965) e Italian Writing Today (1967).

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽