Le torri di Barchester

Le torri di Barchester

Lingua originale: inglese
Traduzione di Rossella Cazzullo
Titolo originale: Barchester Towers

Il secondo romanzo del ciclo delle «Cronache del Barsetshire». Solido, necessario, placido, come il tempo: assieme a Dickens, il classico dell'età vittoriana.

Placido, solido, necessario, quasi lento come il tempo che trascorre le sue città e i suoi ambienti realissimi e inventati, e si riempie di decine di protagonisti realissimi e singolari: è difficile immaginare un'essenza di scrittore più vittoriana di quella di Trollope. È tanto attento a non aggiungere nulla di se stesso alla realtà, tanto vigile a evitare di scandalizzare con l'eccezionale, così intento a dirigere verso la soluzione umana e umanitaria i suoi intrecci risolvendo in serenità le numerose tempeste, da essere costretto a creare di sana pianta una contea immaginaria (la Contea di Barset), una città inesistente (Barchester), e lì disporre l'affollata galleria dei suoi eroi pronti a animare la commedia d'ambiente. Le Torri di Barchester è il secondo romanzo dei sei che formano il ciclo delle «Cronache del Barsetshire». Del precedente L'amministratore (già pubblicato da questa casa editrice) prende qualche attore in prestito (il buon reverendo Harding, la figlia Eleanor - che nell'intervallo non scritto tra i due romanzi è intanto rimasta vedova con un figlio -, un vescovo che però muore subito, l'ambizioso suo figlio arcidiacono Grantly, e qualche altro), ma non ne è necessariamente il seguito. Lì il centro dell'articolata vicenda era una storia d'amore. Qui è una storia di potere - la successione alla carica di Vescovo, che è anche il passaggio dal governo conservatore a uno liberale, e la lotta tra due ambienti per il dominio effettivo sulla ricca diocesi. E fornisce il caso letterario per penetrare nelle case e nei caratteri: per sapere tutto quello che succede veramente nella città di Barchester. Le figure sono compiute e vivide nella loro psicologia: il vanaglorioso Vescovo Proudie, la moglie dominante e terribile, l'astuto suo cappellano Slope. E come è proprio dell'atmosfera vittoriana, il grottesco e il mostruoso, cacciati vanamente dalla superficie della narrazione, ricompaiono fatalmente a sconvolgerne le profondità. Nei capitoli centrali si presentano i membri della famiglia Stanhope e l'inquietante Madeline, la figlia streghesca vedova di un avventuriero italiano; e si svolge il ricevimento della signora Proudie. Sono i momenti cruciali in cui si dispongono le truppe alla battaglia. Ma sono insieme, pagine di sommo, bizzarro, minaccioso, disordinato umorismo.

2004

La memoria n. 608

700 pagine

EAN 9788838919541

Formato e-book: epub

Protezione e-book: acs4

Autore

Anthony Trollope (1815-1882), autore di quarantasette romanzi, dei grandi della letteratura inglese dell'Ottocento è il meno conosciuto in Italia, nonostante lo straordinario successo tra i lettori di lingua inglese e la fortuna più recente tra i critici. Questa casa editrice di Trollope ha pubblicato: Orley Farm (1999, 2013),  Lady Anna (2003, 2011), Un'autobiografia (2008), La vita oggi (2010), Il Primo Ministro (2014) e tutti i romanzi del «ciclo del Barsetshire»: L'amministratore (2003), Le torri di Barchester (2004), Il Dottor Thorne (2005), La Canonica di Framley (2001, 2006), La Casetta ad Allington (2007) e Le ultime cronache del Barset (2009).

Altri titoli in catalogo

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy