Tortura

Tortura

Nota di Carlo A. Madrignani

Un sublime romanzo di Capuana, e nel triangolo marito-moglie-amante, un esempio di racconto del materialismo psicologico si converte quasi in storia di fantasmi.

Si contano, in questo racconto di Capuana, un numero minimo di oggetti - attorno alla decina, lo stretto necessario in suppellettili. Non si nomina un colore; tre soli ambienti e non descritti: il salottino, la camera da letto, una chiesa. Al tempo come durata, come collocazione e ordine, l'accenno è fugacissimo, e il tempo meteorologico compare in una reticente frase sul «cielo coperto». Non sappiamo nulla della città, del luogo dell'azione; niente della storia dei personaggi, del loro aspetto; la loro condizione sociale e la loro età s'indovina a forza. La sola materialità nel cupo dramma ottocentesco (un adulterio imposto con la forza, la follia della moglie, un suicidio) sono i «movimenti» psicologici, i sintomi e i segnali degli stati d'animo, dei desideri, delle patologie della mente. E nel triangolo marito-moglie-amante, un esempio di racconto del materialismo psicologico si converte quasi in storia di fantasmi.

Autore

Luigi Capuana (Mineo 1839-Catania 1915), scrittore, giornalista e critico, fu rigoroso seguace del Verismo e teorico del metodo oggettivo e impersonale in letteratura. Pubblicò fiabe (C'era una volta, 1882), volumi di novelle, e romanzi (Giacinta, 1879, Il marchese di Roccaverdina, 1901). Questa casa editrice ha pubblicato Fiabe (1980), Tortura (1987), C'era una volta... (1988) e Teatro italiano (1999).

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy