Trattato di culinaria per donne tristi

Trattato di culinaria per donne tristi

Lingua originale: spagnolo
Traduzione di Eleonora Mogavero
Titolo originale: Tratado de culinaria para mujeres tristes

«Questo trattatello utilizza il veicolo della ricetta come metafora del sapore antico per disquisire in modo disinvolto e giocoso di piccoli e grandi assilli della sfera emotiva quotidiana ed esistenziale» (Vittoria Martinetto, L'Indice).

«Nessuno conosce le ricette della felicità. Tuttavia, nella mia lunga pratica con frutti e verdure, con erbe e radici, con muscoli e viscere delle varie bestie selvatiche e domestiche, ho trovato in certe occasioni vie di consolazione. Sono preparati semplici e molto poco rischiosi. Diffida di me, non cucinare i miei decotti se ti assale l'ombra di un dubbio. Ma leggi questo tentativo fallace di stregoneria: lo scongiuro, se serve, non è altro che il suono: ciò che cura è l'aria che esalano le parole».

1997

Il divano n. 123

164 pagine

EAN 9788838913716

5ª edizione

Non disponibile

Autore

Héctor Abad Faciolince è nato nel 1958 a Medellín, in Colombia. Ha studiato Lettere Moderne in Italia. Prima di questo Trattato di culinaria per donne tristi ha pubblicato un romanzo, Asuntos de un hidalgo disoluto, e una raccolta di racconti, Malos pensamientos.

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy