Un taglio radicale

Un taglio radicale

Traduzione dall'inglese di Alfonso Geraci
Titolo originale: Eton crop

C’è aria tesa ai vertici di polizia dell’innominata città in cui Bill James ambienta i suoi polizieschi sociologici. Si discute se e come infiltrare nelle cosche della droga una giovane agente. Lo scontro è tra due politiche opposte: il Capo, l’insicuro e paranoico Lane, vorrebbe passare all’attacco, mentre il cinico e ambizioso Assistente Capo Iles, è per il compromesso che ha garantito la pace nelle strade.

C’è aria tesa ai vertici di polizia dell’innominata città in cui Bill James ambienta i suoi polizieschi sociologici. Si discute se e come infiltrare nelle cosche della droga una giovane agente. Lo scontro è tra due politiche opposte: il Capo, l’insicuro e paranoico Lane, vorrebbe passare all’attacco, mentre il cinico e ambizioso Assistente Capo Iles, è per il compromesso che ha garantito la pace nelle strade. Sotto sotto c’è molto di più. Lane è convinto che il suo Assistente progetti un boicottaggio per fargli le scarpe, anche a costo della vita della giovane infiltrata. Dal canto suo Iles si muove come per sfruttare l’operazione per più contorti obiettivi. In mezzo ai due sta il Soprintendente, Harpur, lui cerca soprattutto di salvare la pelle di Naomi Anstruther, l’agente sotto copertura.
A specchio, la stessa discordia mina il campo delle due cosche che si dividono «pacificamente» il traffico. «Panico» Ralph Ember e il più animalesco Mansel Shale dell’altra famiglia sanno entrambi benissimo dell’infiltrazione, ma mentre il primo fa una lettura complessa dei maneggi della polizia, il secondo vuole puramente e semplicemente eliminare l’agente.
Questa complicata dislocazione di pedine è solo la premessa di una specie di dramma poliziesco. Una intricatissima rete di azioni e reazioni in cui ciascun attore s’illude di prevedere ciò che prevedono gli avversari e come si muoveranno.
Ognuno dei gialli di Bill James è una lezione magistrale di strategia criminale e poliziesca nel suo ambiente naturale. Non esistono buoni e nemmeno cattivi, ciascun personaggio è colto nelle tante sfaccettature della sua vita, i dialoghi scorrono quotidiani e pieni di sarcasmo, gli ambienti cittadini risaltano nella loro varietà, i piccoli affetti sinceri si accompagnano al generale utilitarismo: e intanto i grandi disegni della legge e della criminalità organizzata si alimentano reciprocamente. Fondamentalmente perché la polizia è l’amministratrice del disordine di cui la società ha bisogno.

2015

La memoria n. 1006

360 pagine

EAN 9788838933820

Formato e-book: epub

Protezione e-book: acs4

Autore

Bill James – definito dalla critica «il miglior prosatore del giallo britannico» – è lo pseudonimo del gallese James Tucker, ex giornalista di cronaca nera, collaboratore della rivista umoristica Punch e autore di testi di critica letteraria. È l'inventore della serie di Harpur e Iles, che coinvolge poliziotti e criminali di tutti i tipi, presi nel loro ambiente umano e familiare. Con questa casa editrice ha pubblicato: Protezione (2008, premiato in Francia quale miglior poliziesco europeo nel 2004), Confessione (2009), Club (2010), Rose, rose (2011), Il detective è morto (2012), Il mattatore (2012), Tip Top (2013), Un taglio radicale (2015) e Uccidimi (2017).

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy