Una lunga consuetudine

Una lunga consuetudine

Una sottile inquietudine e un'aura di mistero circondano i protagonisti dei sei racconti d'esordio dello scrittore torinese. Una malinconia diffusa diventa precisa attesa di qualcosa che fatalmente arriva.

Sei racconti, di uno scrittore che pubblica per la prima volta, che potrebbero dirsi del mistero (o dell'ombra, ad assumerne come guida di lettura l'epigrafe con cui si annunciano: «Poiché nella vita si incontrano delle zone oscure e per così dire impenetrabili, ve ne devono essere anche in ogni racconto che tratti della vita»). Più o meno tutti trattano di una prigione, di un labirinto invitante, di un destino paziente: un appartamento segreto di Venezia, la camera di un ospedale abbandonato, il solido albergo di Pau nei Pirenei, lo studio di uno psicoterapeuta. E non è la paura o la claustrofobia che attrae ogni volta il protagonista a percorrerne il mistero, ma una malinconia comune che diventa precisa attesa di qualcosa che fatalmente arriva.

Autore

Alessandro Defilippi è nato a Torino nel 1956. Una lunga consuetudine è il suo primo libro.

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy