Vedute di Palermo

Vedute di Palermo

Introduzione di Cesare De Seta

56 illustrazioni in bicromia, 60 tavole a colori fuori testo

Questo volume, di elevato valore scientifico ed estetico, costituisce la prima antologia ragionata che sia mai stata realizzata sull'argomento. Il testo di Troisi, che si avvale della preziosa presentazione di Cesare De Seta, è completo ed arricchito da un eloquente corredo illustrativo in cui sono riprodotte le opere più significative conservate nelle collezioni private e nei musei italiani e stranieri.

A chi raggiungeva Palermo dal mare, lungo la rotta tradizionale che faceva capo a Napoli, la città appariva distesa tra il verde dei giardini e la quinta del monte Pellegrino, in una armonia tra il luogo e l'abitato che incantava i primi viaggiatori settecenteschi. L'immagine di Palermo nasce a quel tempo, dai resoconti di viaggio, dagli schizzi dei pittori che accompagnavano nei loro spostamenti letterati ed eruditi. E, una volta entrati in città attraverso le porte, era la grande crociera di strade culminante nell'ottagono dei Quattro Canti a meravigliare il visitatore, a catturarlo in un gioco teatrale che si identificava con l'intera struttura urbana. Nelle opere degli artisti e dei pittori locali, le vedute di Palermo prendono forma tra questi due motivi, in cui si rispecchiano le istanze locali della cultura prima illuministica e poi romantica: la città-natura e la cità-storia, versioni complementari del grande mito moderno dell'utopia e della nostalgia.

Autore

Sergio Troisi (1957), è docente di Storia dell'Arte presso il Liceo Classico Vittorio Emanuele di Palermo. Critico d’ arte per il Giornale di Sicilia dal 1983 al 1997, collabora attualmente a La  Repubblica e a Il Sole 24 Ore. I suoi studi riguardano la storia dell’ arte italiana dal Sei al Novecento. Dal 1995 dirige l’Ente Mostra di Pittura Contemporanea “Città di Marsala”, per il quale ha curato alcune esposizioni i cui cataloghi sono stati pubblicati da questa casa editrice: Lazzaro. Opere 1927-1964 (2000), (con Stefano De Rosa) René Paresce e les italiens de Paris (2004), Interni italiani. Figure, oggetti, stanze nella pittura dagli anni Venti agli anni Sessanta del Novecento (2005), Una natura altra. Natura, materia, paesaggio nell'arte italiana 1950-1962 (2006), Fabrizio Clerici. Opere 1937-1992 (2007), Mediterraneo. Mitologie della figura nell'arte italiana tra le due guerre (2008). È inoltre curatore del catalogo della mostra di Pippo Rizzo (1989), e di alcuni saggi: Aspetti dell'iconografia commerciale del limone, in Dove fiorisce il limone (1983) e From top to bottom, in From Palermo to America (2007).

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽