Viaggio oltre il barocco della Sicilia d'Oriente

Viaggio oltre il barocco della Sicilia d'Oriente

Fotografie di Giuseppe Leone

68 illustrazioni in bicromia, 30 tavole a colori fuori testo

Con l'angolazione introduttiva e capricciosa di un libro di viaggio, in queste pagine viene confezionata con le ricerche esistenti una prima immagine d'insieme della cultura del secolo XVII e della moda fulminante e dominante che attraversò la Sicilia orientale. Un segnale per le innumerevoli ricerche che sono ancora da fare - negli archivi e nelle biblioteche, sui monumenti e nelle rovine, nelle grotte e nei cunicoli - per disegnare compiutamente la mappa di una cultura stratificata e complessa, ricca di motivi e di contatti, costruita pazientemente generazione dopo generazione da scalpellini e muratori, da orafi e cavatori, da architetti e uomini di lettere, da viaggiatori e saccheggiatori.

Questo libro ricostruisce il viaggio di Michele Rak, uno dei maggiori studiosi europei della cultura barocca, attraverso la Sicilia bassa e d'Oriente, l'altopiano Ibleo. È un viaggio compiuto nel 1988 alla ricerca degli oggetti e dei monumenti, delle atmosfere e delle prospettive costruite nella fase centrale della modernità dominata dal gusto barocco, solo in parte rimaste dopo il terremoto del 1693 e in seguito variamente rimaneggiate e ricostruite. Guardando da vicino alcuni testi - oggetti, libri, edifici - lavorati dalla cultura locale durante il secolo XVII, sono percepibili anche in quest'area i frammenti delle grandi parole d'ordine del barocco che arrivavano sino a questo margine europeo in forma di disegni e progetti che le tradizioni locali adattavano e alteravano più o meno sensibilmente. Questo viaggio non poteva che escludere, guardando a questa penetrazione e rimodellamento, gran parte delle ricostruzioni del barocco debole, lavorato e rilavorato nei decenni dopo il terremoto combinando vecchi e nuovi modelli alla moda che architetti e maestranze, ingegneri militari e inviati speciali, viaggiatori e visitatori avevano portato in queste città e terre per ricostruirne gli edifici ed i percorsi emblematici. Solo in alcuni angoli di cattedrali e libri sono ancora riconoscibili le regole di quel gusto - l'illusionismo, la ricerca dell'immagine di gruppo, la celebrazione dei gruppi sociali, le meraviglie del fasto utilizzato per convincere ed ammonire, il sistema delle feste prodotto come regolatore della società, l'ossessiva ricerca delle più sofisticate tecniche della comunicazione collettiva, l'uso delle materie preziose o finte, la pratica della contaminazione spinta delle culture e dei loro segni. 

Autore

Michele Rak (1940), teorico delle dinamiche delle culture e della funzione dei linguaggi d'arte nel mutamento sociale, è un critico letterario, considerato tra gli studiosi europei del patrimonio culturale. Dal 2012 è stato nominato dal Parlamento Europeo come uno dei 13 esperti per il marchio del patrimonio culturale europeo (European panel for the "European Heritage Label"). Già Professore Ordinario dell'Università di Siena, ha insegnato Sociologia della letteratura presso l'Università di Napoli, Letteratura italiana presso l'Università di Palermo. I suoi studi riguardano la cultura barocca italiana nei suoi vari aspetti - filosofia, letteratura, teatro, feste - e la teoria della letteratura delle arti della società tecnotronica. Ha edito alcuni dei libri guida del barocco: la Storia filosofica di Giuseppe Valletta, le Rime di Ciro di Pers, il Cunto de li cunti di Giambattista Basile.

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy ▽