Le vite del conte di Cagliostro

Le vite del conte di Cagliostro

Lingua originale: francese
Traduzione di Anna Zanetello
Titolo originale: Les vies du comte de Cagliostro

Le vite del conte di Cagliostro; quella parallela del suo alter ego, Giuseppe Balsamo da Palermo; e quelle che sotto l'una o l'altra identità il grande avventuriero visse nelle sue città. Una biografia classica e singolare.

«A Rovereto come a Londra, s'accettavano scommesse. Desideravano con impazienza far luce su quel mistero: che cosa avevano in comune il conte di Cagliostro e Giuseppe Balsamo». Le vite di Cagliostro, in questa singolare e classica biografia, non sono soltanto le due vite identiche o enigmaticamente, magicamente, parallele: quella di Alessandro Cagliostro, il conte, il gran medico, il mago, il filantropo, l'alchimista, l'ipnotista, il massone; e quella di Giuseppe Balsamo il disegnatore palermitano, l'avventuriero, l'imbroglione, l'illusionista, il ciarlatano. Sono anche tutte le vite che il trasformistico conte-avventuriero, il quale affascinò Dumas e coinvolse Goethe, riusciva a costruirsi in ogni città europea dove andava o in cui era costretto a rifugiarsi; e tutte le vite che gli ammiratori attratti dal suo magnetismo vedevano, e quelle che i detrattori da lui traditi denunziavano. Questo libro, esatto come una biografia scientifica, scritto come un romanzo, le ricostruisce. Il suo interesse singolare è che esso abbandona l'onnoscienza dello storico narratore, ma cerca di affidarsi agli occhi e alla testimonianza dei contemporanei che convissero con Cagliostro-Balsamo le avventure: dai vicoli tortuosi di Palermo, alla Roma papalina dell'incontro con Lorenza, agli splendori di Parigi e Londra, alle carceri inquisitoriali. Il risultato è l'articolarsi di una specie di inchiesta o di caccia dietro tutte le tappe di un gran mistero, sul quale alla fine il giudizio fluttua sospeso.

Autore

Constantin Photiadès, critico letterario e musicologo della prima metà del Novecento, frequentatore del bel mondo, amico intimo della poetessa Anna de Noailles e di un personaggio caro a Proust, la principessa Hélène de Chimay, oltre a questo Le vite del conte di Cagliostro, ha scritto George Meredith e La Reine des Lanturelus: Marie-Thérèse Geoffrin, marquise de la Ferté-Imbault.

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy