Tra le vite di Londra

Tra le vite di Londra

Traduzione dall'inglese di Carla De Caro
Titolo originale: Shadows of the Workhouse

Dopo Chiamate la levatrice, il secondo romanzo di una trilogia di grande popolarità. Un bestseller mondiale, una serie televisiva della BBC trasmessa in Italia con grande successo da Rete4.

La Londra che non c’è più, la città proletaria e miserabile dei docks del Tamigi pieni di barche e affollati di scaricatori; le misere stanze sovraccariche di avventure di Poplar o della Isle of Dogs: gli orfani e i vecchi su cui incombe lo spettro degli ospizi di mendicità di dickensiana memoria, ancora, negli anni Cinquanta del Novecento; la lingua, l’orgoglio, la civiltà, forse, Cockney: vite di Londra come le ha viste e racconta la giovanissima levatrice laica andata a lavorare tra le suore di Nonnatus House.
In questo secondo, Tra le vite di Londra, dopo il primo volume Chiamate la levatrice, la memoria dell’infermiera Jenny continua a dipingere, come un pennello forte e gentile, l’affresco dell’East End londinese quand’era povero. Il tempo è quello in cui il Sistema Sanitario Nazionale muoveva i primi passi contro la grande disgregazione. Molte sono le storie e i ritratti che accendono tutta la gamma del realismo, dalla commozione alla comicità. Così nel racconto l’eroismo delle giovani operatrici si accompagna ai retroscena teneri e maliziosi delle loro vite private; il pathos della denuncia sociale non manca del colore ironico dato dalle stravaganze delle suore benigne del convento; e sempre la verve narrativa fa sentire sotto ogni parola comunque la curiosità di chi ama la vita.
Una cronaca delle giornate di una ragazza di sessant’anni fa che corre di qua e di là, per far nascere un bambino, per rifare le fasciature di un vecchio soldato, sempre entusiasta sempre accorata, e pronta a registrare ogni dato di realtà, che contiene un monito evidente: a non smantellare la rete della solidarietà sociale che noi abbiamo cominciato a costruire in quegli anni, pena chissà quale salto indietro di civiltà e umanità.

2015

La memoria n. 993

432 pagine

EAN 9788838933196

Formato e-book: epub

Protezione e-book: acs4

Autore

Jennifer Worth (1935-2011) infermiera fino agli anni Settanta, e dopo musicista, ha scritto una trilogia dedicata alla sua esperienza come levatrice nell’antica zona proletaria di Londra: Chiamate la levatrice (Sellerio, 2014), questo Tra le vite di Londra e Farewell to the East End, di prossima pubblicazione. L’opera ha venduto oltre un milione di copie in Gran Bretagna e la BBC ne ha tratto una serie per la televisione, trasmessa in Italia da Rete 4 con il titolo «L’amore e la vita».

Altri titoli in catalogo

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy