L’ultimo ballo di Charlot

L’ultimo ballo di Charlot

Commenti dei lettori

  • 25/09/2013 - 12:39 BONFADINI ROBERTO

    L'ULTIMO BALLO DI CHARLOT

    NON CREDEVO E NON MI ERA MAI CAPITATO CHE UN LIBRO NON THRILLER, NON DI FANTASCIENZA, SI POTESSE LEGGERE TUTTO D'UN FIATO... L'AUTORE E' RIUSCITO A TRASFORMARE UN GRAN GIRO PER L'EUROPA E L'AMERICA IN UN LIBRO DI AVVENTURE... ACCIDENTI: CHE RITMO, CHE PADRONANZA DELLA LINGUA... QUANTO E' BRAVO QUESTO STASSI. (TE LO DICE UN VECCHIO ARCHITETTO PIGNOLO COME ME...)

  • 02/12/2012 - 21:02 zanella barbara

    The tramp

    Pubblicato ad ottobre, prima ancora della sua uscita, il libro ha fatto scalpore al Salone di Francoforte 2012. Meritatamente. La prima parola che affiora è dolcezza. La seconda, malinconia. Proprio come Charlot. The Tramp fa un patto con la Morte, venuta a portarlo via il 24 dicembre 1971: se riuscirà a farla ridere, avrà un altro anno. Ci riuscirà, fino al 1977, quando ormai non riesce più a strappare un sorriso alla Vecchia. Le inquadratura dentro allo studio di Sir Chaplin si alternano alla lettera scritta dal Maestro all'ultimogenito Christopher, nella quale ripercorre i suoi ricordi. Non quelli della sua fama, ma il suo viaggio che lo porterà, un giorno, ad essere il Vagabondo più famoso del mondo. Un volta finito, ho lasciato che lo spirito di Charlot continuasse ad aleggiare attorno a me, che il ricordo delle parole lette mi abbracciasse come l'eco di un sussurro. Biografia e romanzo si intrecciano, creando una trama squisita. Descrizioni accurate, mai pesanti, catturano e mettono a proprio agio e posare il libro diventa difficile. Ci si immerge totalmente, riassaporando la semplicità e, allo stesso tempo, la maestria che Fabio Stassi ha saputo trasmettere al testo. I dialoghi, senza la consueta punteggiatura che li contraddistingue, permette di rivivere non la scena durante il suo svolgimento, ma nel suo ricordo, rispettando la continuità del racconto. Ho apprezzato moltissimo la Morte e l'abilità di stravolgere la materia stessa di cui è fatto il personaggio, come uno scultore che lavori il marmo rendendolo morbido e carnoso. Non credo sia facile riuscire a far ridere la Vecchia, eppure Stassi, con l'aiuto di Charlot, c'è riuscito.

2012

Il contesto n. 33

288 pagine

EAN 9788838927645

Formato e-book: epub

Protezione e-book: acs4

X

Suggerisci il libro ad un amico

Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Inviaci la tua recensione

Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.

Massimo 1800 caratteri

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy

X

Scrivi all’autore

Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere.
Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

Leggi e accetta l'informativa sulla privacy