Crescere con i librai

Filtra
Per lettera
Resistenza al cambiamento, difficoltà a gestire una crisi.
Alessandra Starace
La Feltrinelli Express
Milano - MI
16 Agosto 2017
consiglio:
L'uomo che piantava gli alberi, di Giono.
Di fronte a una situazione difficile, una crisi, è inevitabile e naturale buttarsi giù e isolarsi in sé stessi. Sapere, però, che ognuno di noi ha la capacità di creare attorno a sé un clima di sicurezza e tranquillità, attraverso semplici riti quotidiani, per continuare a vivere e coltivare il cambiamento, avere la consapevolezza di poter godere di piccole gioie quotidiane realizzabili, può aiutare a fronteggiare momenti difficili. La storia di Elzéard Bouffer, un pastore solitario e tranquillo, è una parabola coinvolgente, dalla scrittura evocativa che può aiutare a migliorare la risposta al cambiamento e alla gestione preventiva di una crisi. Il racconto, infatti, permette al lettore di allontanarsi dal proprio mondo, dai propri problemi per interessarsi alla vita di un altro uomo che vive un periodo difficile in modo molto positivo, apportando benessere non solo alla sua persona ma anche all’ambiente e ad un intera comunità. Un uomo che da solo, all’età di cinquanta anni, rimasto vedovo e senza figli, contando sulle sue risorse fisiche e morali, piantando querce, trasforma una landa desolata in un’ambiente rigoglioso, ridonando non solo la salute e la felicità alle popolazioni abitanti in quel territorio, ma anche la speranza, una predisposizione d’animo che consente d’intraprendere qualsiasi tipo d’impresa, e che predispone al cambiamento. Nonostante l’età avanzata, quest’uomo sente di poter avere ancora qualcosa da offrire. Un progetto singolare che richiede cura, meticolosità, pazienza, perseveranza, ostinazione, fiducia nei piccoli cambiamenti ma realizzabile da qualsiasi persona, a qualunque età.
Accedi per commentare