Il campo del vasaio
2008
La memoria n. 744
304 pagine
EAN 9788838922855
10ª edizione
Formato e-book: epub
Protezione e-book: acs4
12,00 euro
8,49 euro

Lista dei desideri

Suggerimenti

Chi ha consultato la pagina di questo libro ha guardato anche:
Andrea Camilleri
Andrea Camilleri
Andrea Camilleri

Commenti dei lettori

02/07/2008 - 20:11

Teatro tra le quinte e teatralità a scena aperta: complimenti Montalbano!

di Arcangela Cammalleri
Tra tutti i romanzi in cui è protagonista il nostro beneamato commissario Montalbano, questo è il più maturo ( se posso permettermi l'aggettivazione), il più compiuto; è come se Camilleri avesse completato un quadro pittorico dando le ultime pennellate ai colori e ai tratteggi consegnandoci un Montalbano di grandissimo spessore. Tra le pieghe sempre più scavate del suo animo ora ricche di perfido sarcasmo ora di gaudente goduria culinaria ora di amarume venefico, s'intravede un uomo ripiegato su se stesso come se la "vecchiaia" incombente lo tradisse e, a tradimento, lo disvelasse nelle sue intime fragilità. In questa fatica letteraria due sono le alzate d'ingegno, colpi di genio architettati con sottile arguzia dall'autore: il riferimento biblico ( il vangelo di Matteo), l'autocitazione ( Montalbano legge Camilleri !). L'abbrivo della storia è il ritrovamento di un cadavere, dentro un sacco della "munizza", fatto a pezzi (30), dopo essere stato giustiziato con un colpo di pistola alla nuca, nel campo del vasio "Ucritaru". Sembrerebbe un delitto di matrice mafiosa, il cui modus operandi dell'ammazzatina richiamerebbe simbolicamente il tradimento di Giuda per trenta denari, il prezzo del sangue di Cristo. Ma, risalendo a tutta una tradizione artistico- letteraria che da Pirandello porta a Sgalambro-Battiato:niente è come sembra, la realtà non sempre è quella che cade sotto i nostri occhi, ma sta dietro le cose, dietro le persone. All'acume di Montalbano che non si accontenta delle apparenze, il fatto si presenta in tutto il suo groviglio inestricabile la cui verità è ben donde. Nemmeno Dolores, femmina straniera, colombiana di "perigliosa"bellezza, pareva finta, ma era vera ( eccome era vera!), non adusa alla sottigliezza sicula del commissario, non riuscirà a sparigliare le carte. Montalbano è sì stravolto dallo sciauro di cannella di questa conturbante donna, ma non al punto tale di non riuscire a governare corpo e mente. Attraverso una messinscena teatrale, quasi grottesca, scioglierà il "gliommero" che lo avviluppa e rocambolescamente sottrarrà l'amico Mimì invischiatonella rete della maliarda e a mettere a posto ogni cosa. Se l'ingegnosa apertura del romanzo è teatro allo stato onirico, la scena matre è l'autodifesa, interpretata con sommo sdegno davanti al questore, simile ad un attore consumato, ma la conclusione è melanconica, come un' opera dei pupi, in cui ogni rappresentazione che riusciva a portare a termine , la fatica era sempre più "pisanti". Il tono di tutto il romanzo è percorso da una vena dolente che macera il nostro Montalbano e noi partecipi lettori, cadenzata da interludi paesaggistici dove il mare è lo sfondo permanente e dove l'ironia sardonica raggiunge apici altissimi. Mai la vis beffarda e graffiante di Montalbano ha toccato ed intaccato così tanto il suo sentire e fiutare le cose, mai i suoi soliloqui sono stati dei promemoria in cui si squadernano le sue intuizioni e la loro consequenziale soluzione. Un Montalbano inedito? Lui , di persona, pirsonalmente va per ben due volte a Boccadasse, a guardare il mare che, a Vigata o a Boccadasse sempre mari è. Mah! Non ce la conta giusta, cosa sta a significare? Non c'è che dire, la penna infallibile di Camilleri ha fatto, ancora una volta centro, ma fino a quando...Montalbano potrà resistere ed esistere?
05/04/2008 - 22:25

Capolavoro

di Marta
E' un capolavoro, un intreccio complesso di tradimenti da cui Montalbano viene fuori grazie alla sua cultura senza fine e alla sua arguzia. Ci sono riferimenti semiologici e l'idea è veramente originale. Opera d'arte, come gli altri del resto, ma con qualcosa di ancora più affascinante.
01/04/2008 - 15:54

il campo del vasaio

di manuela
Secondo me il più bel racconto di Montalbano, dopo "il ladro di merendine". Camilleri è davvero insuperabile e bravissimo! Riesce ad avere sempre idee brillanti e intrecciatissime.
Suggerisci il libro ad un amico
Caro lettore, inserisci i tuoi dati e quelli di una persona alla quale desideri inviare questa segnalazione. Puoi inoltre aggiungere un messaggio per personalizzare la e-mail.
Inviaci la tua recensione
Caro lettore, se desideri puoi inviarci la tua recensione di questo libro e condividerla con altri lettori.
I contenuti inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, previa valutazione dell'editore.
Massimo 1800 caratteri

INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART.13 D.LGS.196/2003

Gentile Signore/a, desideriamo informarLa che il D.lgs. 196/2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

Ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. n.196/2003, pertanto, Le forniamo le seguenti informazioni:

1.I dati da Lei forniti verranno trattati con modalità manuali ed informatizzate per la gestione della sua adesione alla newsletter. Il conferimento dei dati è facoltativo ma l'eventuale rifiuto a fornire tali potrebbe comportare l'impossibilità parziale o totale di erogare le nostre prestazioni.

2.I dati saranno trattati da incaricati interni con mansioni commerciali o amministrative e potranno essere comunicati a terzi per il completamento di adempimenti obbligatori o per l'esecuzione di alcune prestazioni quali ad esempio la spedizione e la gestione degli ordini.

3.I dati personali potranno essere utilizzati per l'invio di informazioni di carattere commerciale sull'attività editoriale.

4.Il titolare del trattamento è
Sellerio EditoreS.r.l.
Via Siracusa, 50
90141 Palermo
Il responsabile del trattamento è:
Antonio Sellerio reperibile allo stesso indirizzo

5.In ogni momento potrà esercitare i Suoi diritti nei confronti del titolare del trattamento, ai sensi dell'art.7 del D.lgs.196/2003: il diritto di ottenere dal titolare la conferma dell'esistenza o meno dei propri dati personali e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi, di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica, l'integrazione degli stessi o di opporsi al trattamento stesso.

Scrivi all'autore
Cari lettori, se volete scrivere ad uno dei nostri autori saremo lieti di inoltrare le vostre lettere. Tuttavia, vi ricordiamo che non possiamo assicurarvi una risposta.

INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART.13 D.LGS.196/2003

Gentile Signore/a, desideriamo informarLa che il D.lgs. 196/2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

Ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. n.196/2003, pertanto, Le forniamo le seguenti informazioni:

1.I dati da Lei forniti verranno trattati con modalità manuali ed informatizzate per la gestione della sua adesione alla newsletter. Il conferimento dei dati è facoltativo ma l'eventuale rifiuto a fornire tali potrebbe comportare l'impossibilità parziale o totale di erogare le nostre prestazioni.

2.I dati saranno trattati da incaricati interni con mansioni commerciali o amministrative e potranno essere comunicati a terzi per il completamento di adempimenti obbligatori o per l'esecuzione di alcune prestazioni quali ad esempio la spedizione e la gestione degli ordini.

3.I dati personali potranno essere utilizzati per l'invio di informazioni di carattere commerciale sull'attività editoriale.

4.Il titolare del trattamento è
Sellerio EditoreS.r.l.
Via Siracusa, 50
90141 Palermo
Il responsabile del trattamento è:
Antonio Sellerio reperibile allo stesso indirizzo

5.In ogni momento potrà esercitare i Suoi diritti nei confronti del titolare del trattamento, ai sensi dell'art.7 del D.lgs.196/2003: il diritto di ottenere dal titolare la conferma dell'esistenza o meno dei propri dati personali e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi, di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica, l'integrazione degli stessi o di opporsi al trattamento stesso.