Filtra per lettera
Malanno precedente
Malanno successivo
SAUDADE
Paola Lorenzini
10 Gennaio 2014
rimedio:
Antonio Tabucchi, Donna di Porto Pim
Saudade è una parola tanto interessante quanto difficile da rendere in italiano. Antonio Tabucchi in Viaggi e altri viaggi ci consiglia, per capire di cosa si tratta, di sperimentarla direttamente sulla propria pelle, magari durante la sua ora canonica (quella del tramonto) e davanti a un panorama che lasci di stucco: la saudade si potrebbe definire come una sorta di nostalgia del momento che si sta vivendo, una nostalgia al futuro. Cosa potrebbe curarla meglio di un libro di viaggio, possibilmente che parli di mare? Il mare, quell'ambiente in cui passato, presente e futuro esprimono lo stesso concetto, il concetto della vita che passa, fuori dallo spazio e dal tempo.
Accedi per commentare